Ecco le differenze tra merchandising e marketing

Il marketing è quella scienza cui ricorriamo spesso per sviluppare il nostro business ma in realtà non abbiamo ancora ben chiaro in cosa consista. La parola “marketing” fu usata per la prima volta nel 1902 e con essa si faceva riferimento principalmente alla produzione e al prodotto. Questa definizione è cambiata nel tempo, così come il mercato e le modalità di acquisto e vendita. In questa occasione, ti spieghiamo le differenze tra merchandising e marketing, due cugini di primo grado così facili da confondere, ma in fondo piuttosto diversi.

L’uso popolare della parola “merchandising”

Come per molti termini nell’ambito del marketing, la parola “merchandising” è comunemente usata in modo confuso, intendendo l’insieme di prodotti promozionali, come magliette, tazze, borse o zaini, con il logo del marchio. È vero che questi oggetti fanno parte del merchandising, ma non in modo univoco.

Il merchandising è, infatti, tutto ciò che racchiude la commercializzazione di qualcosa in un punto vendita, che stimola l’acquisto e che rende i prodotti più appetibili.

Se ci soffermiamo a pensarci, ha molto senso che il termine merchandising sia usato per prodotti con logo di gruppi musicali o eventi, poiché questi sono quelli che meglio soddisfano gli obiettivi di questa parte del marketing.

Cosa vuole un super fan del gruppo rock che fa un concerto questo fine settimana nella sua città? Una maglietta? Un portachiavi? Un bicchiere? Beh, sicuramente tutto quello che troverà del tuo gruppo preferito, e il merchandising si occuperà di mettere la maglietta, il portachiavi e il bicchiere su uno stand alle porte del concerto, in piena vista, ben illuminato e molto accessibile. Puoi pensarlo più semplice? Un fan felice grazie alle tecniche di merchandising.

Il marketing è quella scienza cui ricorriamo spesso per sviluppare il nostro business ma in realtà non abbiamo ancora ben chiaro in cosa consista. La parola “marketing” fu usata per la prima volta nel 1902 e con essa si faceva riferimento principalmente alla produzione e al prodotto.

Che cos’è davvero il marketing?

Sicuramente hai sentito migliaia di volte la frase “questo è puro marketing”, soprattutto quando si fa riferimento a una pubblicità o una strategia commerciale. Anche l’identificazione del marketing con la pubblicità è ricorrente e non così esatta come molte persone credono.

Il processo di marketing deve iniziare molto prima che un prodotto sia creato per la vendita, eseguendo sia le analisi di mercato sia i necessari studi qualitativi e quantitativi. La fine del processo va anche oltre le vendite, con servizi post-vendita e studi sulla soddisfazione o sul funzionamento di determinati prodotti, servizi, processi o campagne. Il marketing misura tutto per imparare dalle esperienze e ottimizzarle.

Insomma, il marketing si fa carico dell’intera esperienza, facendo del commercio qualcosa di più di un acquisto e di una vendita, e trasformandolo in un vero e proprio progetto che parte dai bisogni del consumatore, come soddisfarli attraverso un prodotto e come e dove comunicarlo in modo appropriato.

Differenze tra merchandising e marketing

Pertanto, quali sono le differenze tra merchandising e marketing? Il merchandising non è qualcosa di così ampio come il marketing, ma una piccola parte di tutto ciò che è questa scienza e che normalmente fa parte di un piano di marketing. Questa parte di cui è responsabile il punto vendita: come esporre gli articoli, dove localizzare i negozi o gli espositori, la scelta della vendita online o fisica; anche l’ordine con cui si espongono i prodotti, e se sono ordinati oppure no, può essere una strategia di merchandising.

Punti necessari per un buon merchandising

Catturare l’attenzione del cliente

Il punto principale del merchandising è richiamare l’attenzione sul pubblico di destinazione: una buona illuminazione, la giusta esposizione dei prodotti e tutte le azioni possibili per non passare inosservati e poter procedere con i punti successivi.

Facile accessibilità

Per il largo uso che è dato al merchandising negli eventi, questo deve dare tutte le possibilità per generare un acquisto rapido e soddisfacente, prima di tutto attirando l’attenzione, seconda cosa, e importante a questo punto, con la facilità dell’acquisto in modo fisico, e anche con buoni servizi di shopping online.

Comprare o non comprare? Questa è la domanda

Questi punti ci portano a influenzare la decisione di acquisto, che è il vero obiettivo del merchandising, creando non un bisogno, ma un desiderio di acquisto.

Ora sai qualcosa in più sulle differenze tra merchandising e marketing. Come hai potuto leggere, sono termini molto diversi, anche se appartengono alla stessa branca del marketing. Puoi continuare a visitare il nostro blog per scoprire tutti i contenuti legati al marketing e al merchandising, nonché la personalizzazione di regali e altri argomenti relativi a tecniche di stampa, materiali di produzione o promozioni ed eventi.