6 consigli da tenere a mente per promuovere un museo o una mostra

6 consigli da tenere a mente per promuovere un museo o una mostra

La domanda di prodotti e servizi culturali è in aumento. Questo genera molte opportunità ma anche sfide importanti per le istituzioni culturali. Queste, infatti, devono allineare la loro offerta alle esigenze di un target di riferimento più esigente e riuscire a catturare la sua attenzione, all’interno di un’offerta che sta crescendo anche in questo settore. Per questo, come in ogni ambito, è importante che sia i musei sia le istituzioni culturali, in generale, progettino e attuino un piano di marketing che permetta loro di raggiungere questi obiettivi commerciali e di brand.

Come puoi promuovere il tuo museo? Quali sono i modi migliori per pubblicizzare un particolare evento? E quali sono gli errori più comuni dei musei quando promuovono una mostra?

Continua a leggere per scoprire cosa fare e cosa non fare, per promuovere il tuo museo o la tua mostra.

Come fare del buon marketing per i musei

1- Concentrati sul tuo pubblico di riferimento

Chi è il tuo pubblico di riferimento? Questa è una delle prime domande che dovresti porti se vuoi promuovere la tua nuova mostra o il tuo museo. E’ solamente quando sai a chi ti stai rivolgendo che puoi personalizzare la tua strategia di marketing per attirare il tuo pubblico in maniera efficace.

Ad esempio, se stai cercando di fare appello alle famiglie con bambini piccoli, potresti concentrarti sulle attività per bambini che possono piacere a tutta la famiglia. Pertanto, mostre a tema cartoon, laboratori interattivi o anche una visita guidata, appositamente pensata per loro, sarebbero buone opzioni.

D’altra parte, se intendi attrarre un pubblico più adulto o interessato alla storia, le attività di networking possono essere una buona idea. In questo modo i tuoi visitatori potranno incontrare altri appassionati di storia ed esporre i propri punti di vista sulla tua mostra o sulla nuova sala che stai per aprire.

6 consigli da tenere a mente per promuovere un museo o una mostra

2- Non ignorare i tradizionali metodi di marketing

Solo perché viviamo nell’era digitale, non significa che i metodi di marketing tradizionali non siano più efficaci. In effetti, la ricerca mostra che una campagna di marketing completa che includa metodi tradizionali e digitali è più efficace di una che si basa esclusivamente su strumenti digitali.

In questo senso, molti consumatori continuano a leggere i giornali e ad ascoltare la radio, quindi non dovresti escludere questi mezzi di comunicazione quando promuovi il tuo museo o la tua mostra. Se capisci che il tuo pubblico di destinazione è presente su questi media, non dimenticare di includere cose, come annunci stampati e annunci radiofonici, come aspetti importanti nel tuo portafoglio di marketing.

3- Usa saggiamente i social network

I social media sono uno strumento potente che può aiutarti a raggiungere un gran numero di persone in modo rapido e semplice. Comunque, è importante usarli con saggezza. Esagerare con troppe pubblicazioni o bombardare le persone con annunci costanti non faranno altro che renderti pesante e “da evitare”.

Per questo motivo, invece di parlare costantemente di ciò che vuoi promuovere nel tuo museo, concentrati sull’offrire contenuti interessanti e attraenti che catturino l’attenzione delle persone e le incoraggino a saperne di più sul tuo museo o sulla mostra, ma soprattutto che consentano anche l’interazione con il museo o l’istituzione. Puoi fare alcuni concorsi in cui inviti i tuoi follower a compiere un’azione sui tuoi social network o invitare nuove persone a seguirti in cambio di un premio, che può essere un biglietto gratuito. Puoi anche porre domande nei tuoi post invitando a rispondere in modo spiritoso. Questa interazione sarà vantaggiosa per il tuo marchio e ti porterà sicuramente nuovi follower in modo organico.

4- Non dimenticare l’e-mail marketing

L’e-mail marketing rimane uno dei modi più efficaci per raggiungere le persone interessate a ciò che offri. In questo senso, assicurati di aggiungere un modulo di iscrizione e-mail al tuo sito web, così da iniziare a creare un elenco di potenziali clienti.

Una volta che hai un buon elenco di contatti, puoi inviare periodicamente e-mail con aggiornamenti sul tuo evento, oltre a offerte speciali e sconti. Assicurati solo di non sovraccaricare i tuoi contatti con troppi messaggi o si cancelleranno rapidamente dalla tua lista.

5- Sfrutta al meglio le pubbliche relazioni e la lotta sul marketing

Non c’è niente che generi più attesa di un po’ di polemica. Se riesci a trovare un modo per generare un po’ di rumore intorno al tuo evento, sia attraverso acrobazie di pubbliche relazioni, campagne di lotta sul marketing e persino pubblicità tradizionale, sei sicuro di far parlare la gente.

Più persone parlano del tuo evento, più è probabile che partecipino. Pertanto, se vuoi che il tuo marketing abbia successo, non aver paura di pensare fuori dagli schemi e diventare più creativo.

6- Regala merchandising a chi partecipa alla tua mostra

Anche se molti gestori di musei di solito non lo ricordano, il merchandising può essere un ottimo modo per promuovere il tuo evento. Infatti, se offri ai partecipanti una sorta di souvenir o ricordo della loro visita, è più probabile che parlino bene di te e tornino in futuro, oltre a incoraggiare nuovi visitatori a venire alla tua mostra.

Naturalmente, non tutti i musei hanno il budget per produrre grandi quantità di merchandising. Tuttavia, offrire anche piccoli oggetti come penne o portachiavi, sarà un gesto sicuramente ben accolto dai visitatori.

In aggiunta, spesso si pensa che il marketing sia necessario solo per le grandi istituzioni ma nulla è più falso. Anche i piccoli musei locali possono trarre grandi vantaggi da un buon piano di marketing.

Pertanto, se vuoi attirare più visitatori al tuo museo o alla tua mostra, non aver paura di investire nel marketing. Speriamo di averti aiutato con questo articolo!